Guasto attuatore elettronico

Rottura del turbo causato da guasto all'attuatore elettronico

FREA – Attuatore Rotativo Elettronico
SREA – Attuatore Rotativo Elettronico Semplice

Scheda informativa

I turbocompressori sono molto affidabili: meno del 1% dei turbo si rompe a causa di un errore in fase di manutenzione del turbo stesso. Il 95% dei turbo si rompe a causa di problemi di assenza d’olio, contaminazione dell’olio e ingresso di corpi estranei.
Prima di montare un nuovo turbo, verificare prima i motivi che hanno causato la rottura dell’unità altrimenti rischi anche la rottura del pezzo sostitutivo.

Le palette della geometria variabile del turbo (VNT) compressore sono progettate per conformarsi alla misura della turbina e soddisfare la potenza massima del motore senza compromessi sulla risposta a bassa velocità. I recenti modelli VNT utilizzano un totale controllo elettronico delle palette per:

•    Una rapida risposta
•    Accuratezza
•    Risposta alla centralina del veicolo

Malfunzionamento REA/SREA

Il movimento delle palette é controllato dall’Attuatore Rotativo Elettronico o dall’Attuatore Rotativo Elettronico Semplice. La rottura (o apparente rottura) dell’attuatore è indicato da

• Controllo dei segnali avaria e errore centralina
• Spinta Bassa
• Spinta Alta
• Rumorosità

Cosa fare in caso di sospetto di rottura del REA o SREA?

Il controllo del corretto funzionamento di un attuatore elettronico viene effettuato esclusivamente da un tester specifico, il Turboclinic EATV2, commercializzato dalla Diesel Levante. Per ricevere informazioni tecniche sul funzionamento del dispositivo e su relativi costi, chiamare allo 080 5357615 o scrivere a info@eturbo.net.

Richiedi un Preventivo

In alternativa potete procedere come segue:

1.    Chiedere al cliente di descrivere in pieno il problema, e le precise condizioni in cui la rottura é avvenuta:
•    Quale era la velocità e carico del motore – l’autista stava accelerando o frenando?
•    Il motore era caldo – quanto tempo fa era stato avviato?
•    C’era qualche dispositivo elettrico azionato in quel momento, ad esempio, gli alzi cristalli elettrici.

• Nel momento in cui si é sospettato un problema al turbo, si era verificata la rottura di qualche altro componente elettrico?

2.    Controllare lo storico della manutenzione dell’auto per sondare problemi verificatisi in passato, codici di errore centralina  registrati in precedenza in modo particolare sulla(e) valvola(e) EGR.

3.  Controllare la centralina dell’auto per verificare se la batteria o alternatore sono stato cambiati, o se la tensione é scesa a livelli sufficientemente bassi tali da precludere l’avviamento del motore. Controlla adesso il voltaggio; se corretto, l’attuatore dovrebbe reimpostarsi.

4. Collegare il sistema diagnostico per il controllo  centralina (ECU) e registrare tutti i codici di guasto e relativa frequenza

5.    Con il motore fermo e a freddo, verificare se si riesce a vedere o sentire il movimento tra REA/SREA e il turbo. Nel caso fosse accessibile, controllare che non si sia staccato alle due estremità.
Controllare che la leva di rinvio dell’attuatore abbia una piccola quantità di gioco alle due estremità.
 Se non c’è gioco, controllare se vi è corrosione alle due estremità della leva. Ciò potrebbe inibire il movimento.
Controllare attraverso la leva della geometria variabile sul turbo, che il movimento delle palette all’interno sia fluido e libero, Se la leva è indurita, prova a muoverla ripetutamente per provare a liberarla. Se si libera, ricollega la leva di rinvio  dell’attuatore ed esegui di nuovo il test. Se la leva della geometria variabile è indirita o rimane immobilizzata, contattare Diesel. Non fare ulteriore sforzo poiché ciò potrebbe causare ulteriori danni. Il turbo dovrà essere smontato completamente al fine di diagnosticare il motivo del limitato movimento delle palette ed eventualmente sostituire la ghiera della geometria variabile. Operazione che potrà effetuare la Diesel levante.

6.    Controllare che  il connettore elettrico REA/SREA sia saldamente posizionato. Premere entrambe le linguette , estrarlo e controllare se é  danneggiato. Verificare la presenza di acqua o macchie sotto il sigillo del connettore e nel connettore REA/SREA. Ispezionare le pareti del connettore REA/SREA al fine di rilevare danni o crepe. Mentre la presa è scollegata, ispezionare ogni singolo filo sul telaio elettrico dell’auto per danni o rotture . Ricollega, assicurandoti che le schede di posizione rientrino in posizione.  Vedi foto 2.
Tirare delicatamente su ogni filo di imbracatura  al fine di verificare che sia saldamente situato all’interno del connettore.
Controllare che ciascun filo sia sigillato man mano che s’infila nel connettore. Se ci sono meno di cinque fili, le posizioni non utilizzate vengono bloccati con un tappo di tenuta. Vedi foto 2

7.    Procedi con l’accensione senza avviare il motore e verifica, se possibile, lo stato delle spie inclusa le candelette. Si dovrebbe vedere o sentire il REA muoversi nella posizione minima di apertura delle pale. Avvia il motore e osserva e ascolta nuovamente il movimento del REA. Controlla nuovamente se si accendono delle spie che indicano un possibile guasto elettrico.

Disattiva l’accensione. Il REA dovrebbe muoversi rapidamente verso la posizione di aperture delle palette, con un rumore spesso acuto. Su alcune applicazioni, il REA potrebbe fare questo due o tre volte durante il ciclo di arresto dopo che il motore è stato spento.  SE TUTTI I TEST FINO ALLO PUNTO 7 VENGONO SUPERATI , E’ IMPROBABILE CHE VI SIA UN GUASTO ALL’ATTUATORE ELETTRONICO.

Galleria immagini

Linguette di bloccaggio: premere per rimuovere il connettore (fig.1)
Sigilli impermeabile intorno ai fili (fig.2)